• it
facebook 
biglietti la traviata parigi

Biglietti per La Traviata a Parigi: un week end romantico per il 2018

Sì, è vero, il 2018 è ancora lontano, ma quando si tratta di organizzare ferie e vancanze è sempre bene attivarsi con un certo anticipo. Forse state per partire per le vacanze estive oppure alcuni di voi magari sono già di ritorno; in ogni caso è già ora di programmare quelle invernali. Perchè mai dovreste perdere l’abitudine a viaggiare, no vi pare? Meglio darsi da fare subito, insomma. Bene, noi di Esamusic abbiamo una proposta semplice e allettante da farvi: abbiamo infatti deciso di mettere a vostra disposizione già da ora i biglietti per La Traviata che verrà messa in scena a L’Opéra Bastille di Parigi dal 24 al 26 febbraio 2018.

Biglietti per La Traviata a Parigi con Anna Netrebko

La Traviata è una delle opere più famose e di maggior successo di Giuseppe Verdi. Realizzata sul libretto dell’autore Francesco Maria Piave, fu messa in scena per la prima volta nel 1853 al Teatro La Fenice di Venezia e, come spesso capita con i grandi capolavori, fu accolta in modo molto tiepido dalla critica. Successivamente l’opera fu riportata in scena da Verdi con nuovi interpreti e con una trama leggermente diversa e rielaborata e il successo in quel caso fu clamoroso. A l’Opèra Bastille di Parigi avrete la possibilità di ammirare la bravissima cantante soprano russa Anna Netrebko, considerata una delle poche giovani star della musica classica in grado di coinvolgere un pubbllico ampio e variegato.

Un week end romantico a Parigi, perchè no?

L’occasione dunque è davvero allettante: poter assistere dal vivo alla rappresentazione di una delle opere liriche più belle ed emozionanti interpretata da una grandissima cantante contemporanea e al tempo stesso passare un week-end romantico nella capitale dell’amore per eccellenza, Parigi. Metropoli dalle mille bellezze e dalle grandi risorse, Parigi è la meta perfetto per una vacanza anche in pieno inverno. Mai troppo fredda, la città è sempre viva, giorno e notte.

Leave a reply