facebook 
Biglietti teatro la scala

Il DON CHISCIOTTE al Teatro della scala a Milano, un occasione da non perdere

Don Chisciotte, l’emozionante balletto in tre atti con la coreografia di Rudolf Nureyev e la musica di Ludwing Minkus, è in scena al Teatro Alla Scala di Milano dal 10 al 18 luglio.
E’ il consueto omaggio che il corpo di ballo e l’orchestra del teatro offrono a Rudolf Nureyev, ottenendo sempre grande successo di pubblico: il Don Chisciotte è ormai immancabile nel palinsesto del teatro milanese fin dal 1980.


Insieme al Corpo di Ballo del Teatro alla Scala, gli allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala, rievocheranno le atmosfere spagnole e le vicende di due giovani innamorati le cui vite si incrociano sullo sfondo delle avventure del celebre Don Chiosciotte, ispirate al romanzo di Miguel De Cervantes.
L’orchestra del Teatro sarà diretta da Davis Coleman, le scene sono di Raffaele Del Salvio, i costumi di Anna Anni con la supervisione di Irene Monti. Orchestrazione e adattamento di John Lanchbery.

Biglietti Teatro La Scala: La magia coinvolgente del Don Chiosciotte

Il pubblico sarà trasportato dalla coinvolgente musica, dalla grazia e dai virtuosismi dei ballerini, farà un pieno di allegria immaginando un’affascinante Spagna caratterizzata della danze gitane, dal ritmo del fandango, dai matadores e dagli immancabili mulini a vento, contro cui si scaglia Don Chiosciotte. Tra le bizzarre avventure del cavaliere errante e del suo scudiero Sancho Panza, si alternano travestimenti, inganni e una romantica storia d’amore, quella tra la giovane Kitri e il barbiere Basilio, parallelamente a quella immaginata da Don Chisciotte, innamorato di Dulcinea. Fantasia e realtà si fondono facendo sorridere e sognare il pubblico, irresistibilmente coinvolto dalla musica scintillante e sorprendente che incede quasi imprevedibile e sulla quale si alternano le destrezze dei ballerini, le danze appassionate e impetuose, i ritmi spagnoli.

Biglietti Teatro La Scala: Le vicende di Don Chisciotte rielaborate nella coreografia di un appassionante balletto

L’originale rielaborazione del romanzo di Cervantes che Rudolf Nureyev mette in scena con il suo balletto è stata presentata per la prima volta all’Opera di Vienna nel 1966; ha debuttato al Teatro Alla Scala di Milano nel 1980, quando lo stesso Nureyev era tra i protagonisti danzanti insieme a Carla Fracci, dal allora il Don Chisciotte è stato proposto ogni anno in omaggio al grande coreografo ed è diventato il cavallo di battaglia del corpo di ballo del Teatro Alla Scala.
La celebre parodia del romanzo cavalleresco di Cervantes è la storia di un vecchio, Alonso Quijano, che trasportato dalle fantastiche letture di cavalleria, impazzisce sentendosi egli stesso parte di quel mondo che lo faceva sognare. La sua pazzia diventa costruzione di una realtà parallela, si trasforma in un cavaliere errante, sceglie il suo cavallo e lo battezza Ronzinante, in realtà è un mulo malconcio. Si fa accompagnare da un fedele scudiero, Sancio Panza, in verità un contadino, sogna di compiere gesta eroiche al punto che affrontare un gregge equivale, per la sua folle immaginazione, a combattere contro gli invasori Turchi. Immagina perfino una nobil dama verso cui riversare il suo amore, Dulcinea, in realtà una contadina.
Le note vicende del romanzo di Cervantes, in realtà, costituiscono solo un pretesto per narrare, con la mimica della danza e la forza rievocativa e trascinante della musica di Ludwing Minkus, la storia d’amore contrastata, ma al fine coronata, tra Kitri e Balisio, due giovani del villaggio. Il primo balletto celebre è quello che debuttò al Teatro Bolshoi di Mosca nel 1869 con libretto e coreografia di Marius Petipa. La rielaborazione di Rudolf Nureyev è ancora più avvincente e stimolante, riesce a tratteggiare un’appassionata e coinvolgente storia.

Un’occasione, dunque, da non perdere al Teatro Alla Scala, potrete assistere a questo grande spettacolo dal 10 al 18 luglio. È possibile acquistare i biglietti su Esamusic.

PULSANTE-esa-copia copia

Leave a reply